NEL TEMPO DEL ROSSO

14 IV 21

Non ho mai creduto in una unica verità, né in quella mia né in quella degli altri; sono convinto che tutte le scuole, tutte le teorie possono essere utili in un dato luogo e in una data epoca; ma ho scoperto che è possibile vivere soltanto se si ha un'ardente e assoluta identificazione con un punto di vista. A mano a mano che il tempo passa, che noi cambiamo, che il mondo cambia, tuttavia gli obiettivi si modificano e il punto di vista muta. Rivedendo saggi scritti nell'arco di molti anni e le idee esposte, mi colpisce ciò che in essi rimane costante. Se vogliamo, infatti che un punto di vista sia di qualche aiuto, bisogna dedicarvisi con tutte le nostre forze. Nello stesso tempo, però, una voce interiore sussurra: non prenderti troppo sul serio tienti forte e lasciati andare con dolcezza. P. Brook

22 III 21

“È possibile che l’esperienza della pittura m’abbia permesso questo abbandono alla parola, fede nella parola, nel suono, indispensabili per fare poesia. La mia pittura nasce all’interno delle potenzialità del colore e della pennellata, da un agire nell’ignoto, giacché non vi è un’immagine che precede il quadro. Così non esistono né una problematica né un racconto che precedano la poesia: la poesia si costituisce all’interno della pregnanza della parola”. T. Scialoja

20 III 21

- Mi piacerebbe si continuasse a sentire il tonfo del pennello il fruscio sulla tela la tensione dell'impugnatura e mettere in contatto con chi guarda le mie tele, non il processo, ma come credeva F. Bacon la “sorpresa dell'incidente”.

16 III 21

L'arte è un'avventura sconosciuta in un territorio sconosciuto. M Rothko

15 III 21

[...] Quasi ogni aspetto del caleidoscopio della natura può suscitare nell’artista una visione lontana e spassionata e,mentre contempla una particolare connessione di forme e colori caotica e accidentale, tutto comincia a cristallizzarsi in un’armonia; e mentre quest’armonia si chiarifica per L’artista, la facoltà visiva attuale si deforma a causa dell’enfasi, del ritmo che è sorta in lui. Certi rapporti di linee e direzioni divengono per L’artista pieni di significato; egli li coglie, non per curiosità ma con passione, mentre queste linee diventano per lui così importanti e chiare. I colori che in natura sono sempre vaghi e imprecisi diventano così definiti e chiari in relazione con altri colori, che se L'artista decide di rappresentare pittoricamente la sua visione, può fissare con esattezza.
In questa visione creativa, gli oggetti come tali tendono a scomparire, a perdere le loro distinte unità e a prendere il loro posto come frammenti nel mosaico intero della visione.   R.FRY The Artist’s Vision 1919

QUAL E' IL PROFUMO DI UN COLORE?

ESPOSIZIONE PITTORICA

FIRENZE    AVERY PERFUME GALLERY  è aperta al pubblico dal Lunedì al Sabato - Borgo degli Albizi 70  - info Tel 055 2466733  fino a Novembre 2020

 

CINZIA FIASCHI INVITO Firenze 20 2

SHAPELESS Pitture

FIRENZE  - MIMI FURAHA   giovedì 21 novembre / 6 gennaio 2020      Borgo degli Albizi 35/r

 

invito ok copia


VENUSTAS IN FABULA

Firenze  7 aprile - 9 giugno 2019

ESPOSIZIONE PITTORICA  Villa Poggio di Gaville, Figline Valdarno (www.villapoggiodigaville.com)

 

 

Venustas in fabula

ENERGY AND EMOTION

Firenze 27 febbraio - 4 aprile 20192019 02 ganzo

Page 1 of 2